Nomina del Revisore Contabile entro il 16 dicembre 2019

Nomina del Revisore Contabile entro il 16 dicembre 2019

Le nuove norme sulla nomina del Revisore Contabile.

Il D. Lgs. n. 14/2019 ha dato attuazione alla legge n. 155 del 19 ottobre 2017, in merito alla riforma della disciplina relativa alla crisi d’impresa e dell’insolvenza.

1-  Gli obiettivi della riforma

Una riforma finalizzata alla preventiva emersione della crisi, con l’introduzione delle cosiddette procedure di allerta, con l’obbligo di istituzione da parte delle imprese di un adeguato assetto organizzativo amministrativo e contabile in grado di rilevare preventivamente lo stato di crisi, con la responsabilizzazione degli amministratori, con l’obbligatorietà di nomina dell’organo di controllo/revisore per le Srl anche di limitate dimensioni.

Si tratta di cambiamenti rilevanti, che hanno come principale scopo quello di rendere più forte il ruolo dei soggetti preposti alla vigilanza dell’attività d’impresa.

2- Da subito le imprese dovranno dotarsi di sistemi in grado di rilevare segnali di crisi d’impresa

Al fine di consentire una pronta emersione dello stato di crisi, l’imprenditore dovrà adottare un assetto organizzativo adeguato ai fini della tempestiva rilevazione dello stato di crisi e dell’assunzione delle idonee iniziative.  Tutte le imprese dovranno quindi dotarsi di sistemi informativi e di adeguate piattaforme per poter avere un controllo di gestione dei flussi di cassa, un budget e un piano d’impresa che permettano di rilevare eventuali segnali di crisi e impostare una strategia per riportare in equilibrio economico, patrimoniale e/o finanziario la propria azienda, anche con un apposito piano di risanamento.

3- Molti imprenditori dovranno nominare un organo di controllo o un revisore, modificando statuti o atti costitutivi

In particolare, è fondamentale adeguarsi alle nuove norme sulla nomina del revisore contabile entro il 16 Dicembre 2019. Rientrano nella fattispecie le aziende S.R.L. in cui si riscontri la presenza nei due esercizi precedenti di almeno uno dei seguenti parametri:

  • totale dell’attivo dello stato patrimoniale: 4 milioni di euro;

  • ricavi delle vendite e delle prestazioni: 4 milioni di euro;

  • dipendenti occupati in media durante l’esercizio: 20 unità

In questi casi, la Società a Responsabilità Limitata è dunque obbligata a nominare un revisore legale o una società di revisione esterna entro i termini previsti dal D.Lgs. n.14/2019. In caso di mancata ottemperanza alle nuove norme, sono previste la revoca degli amministratori in carica della società, sanzioni pecuniarie e nel caso in cui la mancata nomina del revisore si protragga nel tempo lo scioglimento della società o la reclusione fino a un anno.

La legge prevede, inoltre, che non possano esistere legami di natura economica, personale o professionale tra revisore e azienda, dunque le aziende non potranno fare affidamento sullo studio commercialista di fiducia. Dunque, è necessario avvalersi della consulenza di esperti revisori contabili.

Studio Albanese possiede una comprovata esperienza in materia di crisi d’impresa ed è in grado di supportare le aziende nell’adempimento degli obblighi di legge entro i termini previsti. Per richiedere una consulenza gratuita e una prima verifica, è possibile mettersi in contatto con i nostri professionisti inviando un messaggio all’indirizzo info@studioalbanesesrl.it, specificando nell’oggetto della mail “CONSULENZA CRISI D’IMPRESA”.

Info sull'autore

admin administrator